College sportivo all’IC De Pisis di Ferrara In evidenza

L’Istituto Comprensivo Filippo De Pisis di Ferrara ha attivato per il mese di giugno 2021 settimane di gioco, attività fisica e sport per i ragazzi iscritti all’Istituto, con l’obiettivo di favorire la socializzazione, garantendo spazi e tempi adeguati per consolidare le competenze relazionali fra i giovani che tanto hanno sofferto negli ultimi mesi. Tali attività sono state finanziate con il contributo della Regione Emilia Romagna destinato al progetto SCUOLA@SPORT@SALUTE che la scuola ha presentato nei mesi scorsi. Il progetto nello specifico si pone l’obiettivo di migliorare il benessere fisico, psichico e sociale dei giovani attraverso l’attività motoria e sportiva. Il progetto è finanziato per il 40% dalla Regione e attraverso il contributo delle famiglie, ed è interamente gestito e coordinato dalle Scuola.

Questa iniziativa si inserisce in continuità con altre attività ormai consolidate in questa scuola media, quale ad esempio la realizzazione, ormai da alcuni anni, del “Progetto di potenziamento ad indirizzo sportivo, salute e benessere” che prevede l’integrazione del tradizionale orario di 30 ore curricolari, di cui 2 di educazione fisica,  con 4 ore di Offerta Formativa aggiuntiva in orario pomeridiano,  dedicate alla formazione motoria e sportiva, per un totale di 6 ore settimanali finalizzate all’insegnamento dell’educazione fisica. 

Nel mese di giugno 2021, al termine delle lezioni, inizierà, presso la sede dell’Istituto, il COLLEGE SPORTIVO, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 16.30. I ragazzi saranno guidati e supportati da docenti di educazione fisica in tante attività ludiche e sportive. Inoltre ogni giorno nelle ore pomeridiane sono previsti interventi specialistici di tecnici e istruttori delle discipline baseball, arrampicata sportiva, danza, pallavolo, pallamano. Un giorno alla settimana i ragazzi trascorreranno l’intera giornata presso Piscina Parco Bacchelli dove di svolgeranno attività sportive acquatiche.

La Dirigente Scolastica Dott. Maria Gaiani sottolinea che non è  da considerarsi un tradizionale campus estivo, innanzitutto perché è rivolto solo agli iscritti delle future classi prime ed agli alunni iscritti alle attuali classi prime, ma  fa parte di un percorso di accoglienza e socializzazione che si realizza con questa e altre azioni educativo didattiche, come ad esempio: il viaggio di istruzione di due giorni a carattere sportivo che ogni anno a settembre viene proposto ai ragazzi appena accolti in prima media, il viaggio sportivo sulla neve di 5 giorni, per gli sport invernali rivolto ai ragazzi delle classi terze e il viaggio sportivo in montagna di tre giorni finalizzato al trekking, mountain bike, orienteering e arrampicata sugli alberi, dedicato ai ragazzi delle classi seconde.